Terme Vescine – Suio Terme

Terme Vescine – Suio Terme

Terme Vescine

Indirizzo: Via delle Terme, 417 – Località Suio Terme – Castelforte (LT)
Recapito telefonico: 0771 670007
Sito ufficiale: www.termevescine.com
Costo biglietto di ingresso: € 20,00 giornaliero

Suio Terme è una di quelle destinazioni termale un po’decadute quanto ad accoglienza alberghiera, ma ancora in grado di regalare, se si pesca bene, strutture discrete per un day spa. Essendo ad aprile ancora chiuse le Terme Sant’Egidio, principale stabilimento della zona, abbiamo optato per le Terme Vescine, soggiogati da quanto prometteva il sito ufficiale.
Partiamo subito dall’informazione più fuorviante: la Piscina Relax, indicata nel sito, è chiusa. L’unica vasca, intorno a cui si concentra tutto lo stabilimento, è la Piscina Smart: grande a sufficienza per accogliere un sostanzioso numero di ospiti, presenta acque sulfuree non proprio caldissime, ma in grado di garantire sufficiente benessere (a meno che non si sopporti la caratteristica puzza di uova sode). Buona la dotazione di giochi d’acqua, con postazioni idromassaggio differenziate e cascate cervicali, che si attivano alternativamente (quando finisce la cascata cervicale comincia l’idromassaggio e viceversa). Nota dolente della piscina, è che l’acqua è torbida e non si vedono il fondo e i numerosissimi scalini disseminati tra i vari ambienti della vasca.

Terme Vescine

Se su alcune mancanze della piscina si può sorvolare, non si può fare altrettanto sulla struttura in sè: come dicevamo, la piscina è una ed una sola, così come l’ambiente: lettini ed ombrelloni sono addossati l’un l’altro, e non esistono armadietti dove riporre i propri effetti personali (solo uno spogliatoio molto angusto dove cambiarsi). Il target è costituito soprattutto da famiglie con bambini, specialmente nei periodi  di mezza stagione in cui le vicine spiagge di Scauri e Gaeta non sono ancora fruibili. Ne consegue che il silenzio è praticamente inesistente, ed il benessere del corpo e della mente impossibile da raggiungere. Il tutto è de facto paragonabile ad una piscina pubblica di acqua termale, con relativa clientela ed un’esperienza che non ha nulla a che vedere con una giornata alle terme. Una piscina pubblica carissima, se consideriamo che l’ingresso costa ben 20 euro, ovvero quanto si spende in media all’estero per uno stabilimento termale di prima categoria. Da depennare assolutamente dalla vostra wishlist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *